Welcome mon amis...

This is un luogo beaucoup agreable, where we possiamo insieme nous-rendez-vous per mille cose different...welcome qui

martedì 13 dicembre 2011

sì, non ho paura


Nulla di meglio della nuova canzone della Mannoia, per cominciare questa chiaccherata sulla follia in cui crediamo di essere caduti...


Sì, io non ho paura.
Profeta da una vita, nell'amore che mi scorre dentro, ho avuto 4 anni di blackout e non sentivo più nulla, non sapevo più nulla. Il mio corpo, da sempre mia grande antenna era muto e non mi diceva più cosa sarebbe successo della vita, non solo della mia, ma della vita in generale.


Ottusa. Non avevo paura ma ero ottusa.


E quindi studiavo, m'informavo, cercavo di capire, mi ammazzavo di lavoro. Poi ho rinunciato a capire. Mi sono detta che non era alla mia portata e che potevo solo registrare le informazioni.


Fino a ieri, anzi fino a domenica. Poi il quadro si è dipinto davanti ai miei occhi e ora so, con certezza, come andrà.


Reggetevi forte, non sarà un discorsetto facile, non ci crederete, mi taccerete di stupidità, menopausata, follia, direte che sono fascista, o comunista, o razzista, o tutto quello che di "isto" può esserci. Non importa: mio compito è dirvelo e poi fatene ciò che volete.


Dunque, siamo nella 1° fase di un progetto che durerà parecchio, non so quanto, 1000 anni?500?100? non lo so, posso solo vedere l'accelerazione attuale e basarmi su quella, il resto non mi è dato.


Il progetto, non umano, ma naturale, è molto semplice. Ordine e armonia "naturale" anche per gli umani affinchè possano integrarsi e far parte della natura.


Per poter arrivare a questo dovremo passare attraverso degli stadi molto dolorosi perchè distruggeranno ciò che non ci fa essere armonici con il resto di ciò che vive.


Ne riparleremo domani ed analizzeremo le fasi ipotetiche una per una....intanto digeritevi questo:


L'intero processo porterà l'umano a far parte della natura vivente


1° fase: le illusioni ed i sogni saranno ABOLITI


:-)

4 commenti:

  1. susanna garavaglia13 dicembre 2011 13:34

    il tema del sogno é stato uno dei primi punti su cui ci siamo confrontate, quel "tendere verso" senza il quale vedevo le persone intorno a me svuotarsi di vita. Ma ero ancora tutta interamente cittadina, non conoscevo armonia e ordine della natura..il sogno siede su un trono che in natura non ha ragione d'essere, quello della mente...la natura vive, l'umano non vive se é occupato a sognare...

    RispondiElimina
  2. prima fase : capisco...ma una parte di me (98%) fa finta di non capire.... natalja

    RispondiElimina
  3. i sogni sono solo sogni (Calderòn de la Barca)
    Non so se ho ben capito le tue premesse, Elisa, ma so per certo che quando esordì (e subito finì) un movimento studentesco recente che si identificò con lo slogan "Siamo un popolo di sognatori" ho pensato: "siamo alla frutta".
    Il sogno è nebbia. Dolce o amara ma sempre nebbia.
    Leopardi diceva che le illusioni sono un meccanismo che inganna.
    Nel frattempo, in questi ultimi 40 anni sono state allevate generazioni di sognanti e sognatori. Non credo sia stata una buona idea.

    RispondiElimina